Networking e Wifi

NETWORKING VUOL DIRE PRENDERSI CURA DELLA RETE DATI E SAPERLA COLLEGARE AL MONDO ESTERNO

Fare Networking vuol dire configurare gli apparati di rete, siano essi router, firewall o proxy, avendo una visione tecnica d’insieme, creando le regole corrette per proteggere la rete, attivare servizi esterni e parlare con i carrier/fornitori della connettività.

Ecco alcune tipiche attività del networking:

– rendere accessibile i files e la posta dell’ufficio ovunque ci si trovi, in tutta sicurezza
– programmare un firewall per proteggersi dagli attacchi esterni
– mettere in comunicazioni due sedi geograficamente distanti
– sostituire un router ADSL
– parlare con il carrier (es. Telecom, Fastweb, ecc.) per configurare la ADSL
– configurare la rete per avere posta e calendario sul proprio cellulare
– ri-cablare una postazione o portare nuovi punti rete
– individuare i colli di bottiglia nella rete ed eventuali anomalie
– portare il telefono dell’ufficio in una sede remota, sempre con se o in una abitazione

networking e wifi in mobilitàDietro un gesto semplice, quotidiano, come accendere il computer e collegarsi alla posta, si nasconde molta tecnologia e know-how


WIFI, WIRELESS E PONTI RADIO

Cosa si può fare con le onde radio?

– copertura wifi su tutta l’azienda (interno ed esterno) per dispositivi portatili come lettori bar code, portatili o telefoni voip,
– connessioni isolate e blindate dedicate ai soli ospiti
– connettere due punti remoti tramite un ponte radio evitando costosissimi cablaggi in fibra
– collegare due aziende/due stabili tra loro per utilizzare la stesse rete dati
– collegare due aziende per usare lo stesso centralino telefonico ed abbattere costi di manutenzione


WIFI E WIRELESS SONO I DUE MODI PER DARE ACCESSO ALLE RISORSE IN MOBILITÀ E DISTRIBUIRE CONNETTIVITÀ

No comments

Leave a reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>